marsico

Alberto Marsico e’ attivo a livello professionale da circa quindici anni come pianista e tastierista. Incomincia tuttavia ad esibirsi esclusivamente all’ organo Hammond dal 1994, dopo aver frequentato i seminari di Jack Mc Duff a Genova. Lo stesso McDuff poi registra una composizione a lui dedicata firmata da Alberto intitolata “Jack-pot” nell’album omonimo uscito per la Red Records nel 1995.

Quale onore…! Da allora ha suonato in tutto il mondo (Berlino, Francoforte, Singapore, Bruxelles, L’Aia, Lubiana, Sydney, Praga, San Francisco, Kuala Lumpur, Barcellona, Zagabria, Lisbona, Los Angeles, Parigi). Incide a San Francisco e si esibisce per un mese in tutta la Bay Area con Anthony Paule nel 1998.

Con il cantante americano Ron Ringwood e la sua gospel band americana effettua numerosi tour in Germania a partire dal 1999. Nel giugno 2000 invece si trova faccia a faccia con Ian Paice per un concerto – workshop del batterista dei Deep Purple tenutosi a Gubbio.

Nel 2001 incomincia a collaborare con il chitarrista americano Tino Gonzales, con il quale suona in tutta Europa nei più importanti festivals e teatri europei

Nel settembre 2001 è invitato dal chitarrista blues Alex Schultz ad incidere due Cd a Los Angeles, in compagnia di musicisti quali il cantante Lynwood Slim e il bassista Larry Taylor (Canned Heat, Tom Waits).

Nel 2002 intensifica la sua attività discografica incidendo a Praga per la Arta Records un disco a suo nome con il chitarrista Roman Pokorny e il batterista Pavel Zboril e a Zagabria con il chitarrista Ante Gelo ed il trombettista americano Lee Harper.

Partecipa anche all’incisione dell’ultimo disco del cantante e batterista americano Tommie Harris alla Organic Music di Monaco.

Per la Organic Music registra anche l’album “Jazz The Beatles” (dedicato interamente alla musica del celebre quartetto inglese) con il gruppo SCENARIO, con Simone Santini al sax sopranino e Enzo Zirilli alla batteria.

Nel settembre/ottobre 2002 in compagnia di Enrico Crivellaro e Gio Rossi suona a Singapore e a Sydney.

Nella primavera 2003 è in tour europeo con i cantanti soul-blues americani Finis Tasby e Tad Robinson, mentre a luglio è nuovamente a Singapore ed in Malaysia con Enrico Crivellaro e Gio Rossi.

Nel gennaio 2004 suona in Finlandia all’Yllas Jazz Festival con Christian Rover.
Ad aprile incide il suo secondo Cd solista per la Organic Music, intitolato “Organ Logistics”. Il cd esce a dicembre.

Nel 2005 collabora continuativamente con il grande batterista jazz Alvin Queen all’interno del suo progetto chiamato “Organics” con il quale si esibisce in Spagna, Francia e Croazia unitamente all’altoista Jesse Davis.

Registra un brano dei Beatles per “organo solo” nello studio 2 di Abbey Road all’interno di un disco prodotto dal Beatles Fan Club Italia.

Nella primavera 2005 escono un altro disco solista per l’etichetta italiana “Azzurra” intitolato “Rock Candy”, all’interno di un cofanetto dedicato alla storia dell’organo Hammond ed uno in trio con il chitarrista di Dresda Lars Kutschke e Gio Rossi intitolato “Soundsville”, un’esplosiva miscela di blues, jazz e rock.

Collabora con il sito <a href=’www.jazzitalia.net’>www.jazzitalia.net</a> per il quale pubblica lezioni on-line riguardanti l’organo Hammond, la sua storia, la sua tecnica e i suoi maestri.

La sua attività didattica lo ha portato a tenere seminari ai conservatori di Lipsia, Dresda e di Enschede oltre a workshops al Singapore UBlues Festival nel 2003.

La sua mano sinistra gli consente di disegnare con forte senso ritmico delle agili linee di basso che fanno di lui una completa sezione ritmica. Ama spaziare tra jazz, soul, blues, funk e gospel , ma il suo punto di forza e’ l’accompagnamento di cantanti.

Al suo attivo ci sono a tutt’ oggi oltre venti incisioni discografiche in Italia, Germania, Francia e Stati Uniti e la partecipazione a numerosi festivals.