tucci

Batterista e jazzista di origine abruzzese (Atessa, CH), ma romano di adozione, negli anni ha collaborato con numerosi artisti del calibro di Phil Woods, Tony Scott, Ronnie Cuber, George Garzone, Mark Turner, Tim Warfield, Emmanuel Bex, Kirk Lightsey, George Cables, Joanne Brakeen, Massimo Urbani, Danilo Rea, Enrico Pieranunzi, Enrico Rava, Flavio Boltro, Giovanni Tommaso, Maurizio Giammarco, Stefano Di Battista, Dado Moroni, Salvatore Bonafede, Rosario Giuliani.
E’ uno dei fondatori degli HIGH FIVE QUINTET, considerato da critica e pubblico una delle migliori formazioni jazz degli ultimi dieci anni, che annovera oltre a TUCCI talenti come Fabrizio Bosso (tromba), Daniele Scannapieco (sax), Luca Mannutza (piano), Pietro Ciancaglini e poi Tommaso Scannapieco al basso. Con gli High Five TUCCI realizza sei cd: “Split Kick”( Blue Note, 2010), “Live For Fun” (Live al Blue Note di Tokyo, 2009) “Five For Fun” per la Blue Note (2008), “Jazz Desire” (2004, Via Veneto Jazz) e “Jazz for more…” (2002, Via Veneto Jazz), oltre a “Handful of Soul” (2006, Schema Records) che gli High Five incidono con la rivelazione del soul jazz MARIO BIONDI, e che collezionerà ben tre dischi di platino e grande successo di critica.

Con BIONDI Lorenzo Tucci realizza anche il secondo disco “I love you more – live” (2008) e l’ultimo album “IF” (2009). Attualmente è impegnato, oltre che in tutti i tour di MARIO BIONDI dal 2007 ad oggi, con il suo ”LORENZO TUCCI Trio TRANETY” e “Lorenzo Tucci TOUCH THREE” . Da anni collabora con tutti i progetti del trombettista FABRIZIO BOSSO, con il quale ha realizzato, oltre ai dischi con gli High Five, ben sette cd tra cui “You’ve Changed” (2006, Blue Note).
E’ co-leader del “DYNAMIC trio” con Luca Mannutza all’organo Hammond e sempre Bosso alla tromba, ed è impegnato in un innovativo progetto in cui si mescolano jazz e sonorità latine: “LATIN MOOOD”, con JAVIER GIROTTO & FABRIZIO BOSSO, con cui ha recentemente pubblicato “Sol”, per la Blue Note.
Tra i lavori discografici a suo nome l’ultimo in ordine temporale si intitola “TOUCH” (2009, Schema Records) e si avvale della collaborazione di molti musicisti e amici come Gianluca Petrella, Scannapieco, Lussu, Bosso, Alice Ricciardi, Walter Ricci etc., mentre è del 2007 il secondo album a suo nome, “LORENZO TUCCI – DruMonk” (Via Veneto Jazz) con Fabrizio Bosso e Pietro Ciancaglini. Risale al 2001 invece il primo lavoro di TUCCI, intitolato “SWEET REVELATION”, con Daniele Scannapieco, Pietro Lussu e Dario Rosciglione.

Un’altra formazione di cui LORENZO TUCCI è co-fondatore e co-leader è l’ “LTC Trio” (Lussu, Tucci, Ciancaglini). Il trio ha inciso “Hikmet” (2005) con la straordinaria partecipazione del sassofonista newyorkese MARK TURNER e “A different view” (2007), che ha riscosso uno straordinario successo di pubblico e critica anche in Giappone.
Tra le preziose collaborazioni a lungo termine di TUCCI troviamo anche quella con il sassofonista ROSARIO GIULIANI, con cui nel 1996 vince il rimo premio come miglior gruppo al “Europe Jazz Contest”, e con il quale realizza ben cinque dischi, tra cui “Luggage”, per la Dreyfus Jazz.
Grazie alla sua versatilità, LORENZO TUCCI collabora inoltre da anni con il deejay e produttore NiCOLA CONTE, con cui ha inciso “Other Directions” (2005, Blue Note), “Spiritual” e “The modern sound of Nicola Conte” (rispettivamente nel 2008 e 2009, per Schema Records), e con la cantante brasiliana ROSALIA DE SOUZA, con la quale realizza “Garota Moderna” (2004) e l’ultimo “D’improvviso” (2008, Schema Records).